Corso di formazione professionale in Diritti Umani e Counselling Integrato per la Disabilità Sensoriale

Motivazioni della proposta formativa

Il Comitato delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità (Committee on the Rights of Persons with Dsabilities – CRPD) ha redatto, in data 31 Agosto 2016, le “Osservazioni conclusive” del primo rapporto sulla applicazione da parte dell’Italia della Convenzione Diritti delle Persone con Disabilità delle Nazioni Unite del 2016, ratificata dallo Stato italiano con Legge 18/2009. Dal Rapporto emerge chiaramente un viva preoccupazione della Commissione dell’ONU circa il rispetto e gli adempimenti relativi alla applicazione della Convenzione ONU. Di fatto, su 88 punti richiamati nel Rapporto ben 83 riguardano osservazioni critiche.

Le questioni sollevate di maggior rilevanza attengono ai:

  • Principi generali e obblighi con particolare riferimento allo stesso concetto di disabilità e, conseguentemente, alla normativa che ne consegue;
  • Diritti specifici, con particolare riferimento alle problematiche della uguaglianza e non discriminazione, che vedono maggiormente penalizzati i minori e le donne, l’accesso alla Giustizia, la Libertà e la sicurezza della persona, la Vita indipendente e l’inclusione nella comunità, l’Educazione e la scuola.

Da ultimo, “Indicazioni specifiche” relative, in particolare al monitoraggio di tutte le attività indicate nella Convenzione, nonché la necessità di un più sistematico coinvolgimento di quante associazioni di disabili e della società civile si occupano di disabilità. Tutto questo utilizzando anche i mezzi di informazione e le strategie di comunicazione sociale.

E’ su questa base che l’Università Internazionale della Pace – Roma, ha inteso proporre una attività di alta formazione al fine di preparare professionisti adeguati ai compiti prescritti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone disabili anche in relazione al fatto che” Prevale … in Italia, a livello universitario e di ricerca accademica, ancora un modello medico/individuale che concentra gli studi sulla disabilità a livello prevalentemente medico-assistenziale. Solo negli ultimi anni, in maniera spesso inconsapevole, in alcune università sono nate esperienze che possono definirsi di Disability Studies, ma non esiste ancora una chiarezza rispetto questa disciplina, né un rete di collaborazioni e scambi di conoscenze”. (Giampiero Griffo, Le nuove sfide alla ricerca che la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità propone, Italian Journal of Disbility Studies, n.1, Marzo 2011).

La particolarità del Progetto risiede nel fatto che esso intende fornire competenze sia in termini giuridici, in particolare ai temi della tutela dei diritti delle persone affette da disabilità, sia in termini terapeutici/assistenziali, attraverso l’approfondimento delle tecniche di Counselling dedicato a persone affette da disabilità sensoriale: i sordi, i ciechi e i sordo ciechi, disabili con problematiche complesse e particolarmente significative a tutti i livelli.

Il Corso rappresenta l’unico caso di percorso formativo professionale mirato alla formazione di operatori nel Counselling riconosciuto a livello internazionale dalle Nazioni Unite.

Il Progetto si svolge in collaborazione con l’Istituto Statale per Sordi del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e con l’Istituto Europeo Ricerca Formazione Orientamento Professionale di eccellenza per disabili ed Emarginati Sociali.

L’Istituto statale per sordi di Roma è una scuola specialistica che trae origine da quella fondata da Tommaso Silvestri. L’istituto nacque in seguito al proposito di istituire una scuola per istruire i sordomuti manifestata dal religioso Tommaso Silvestri che allo scopo di apprendere le tecniche necessarie passò un periodo di tempo a Parigi presso Charles-Michel de l’Épée il celebre Abate francese che nel 1760 aprì una scuola per sordomuti divenuta poi l’Institut National de Jeunes Sourds de Paris. La scuola di Roma fu successivamente posta alle dipendenze del Ministero della Pubblica Istruzione, divenendo Regio Istituto dei sordomuti con sedi anche a Milano e a Palermo. Dopo l’emanazione della legge 517/77 sull’integrazione scolastica, in seguito a una convenzione, il Reparto di Neuropsicologia del linguaggio e sordità dell’Istituto di Psicologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche si trasferì presso l’Istituto che iniziò l’iter per la trasformazione in Ente Nazionale di supporto all’integrazione dei sordi.

Oggi, l’Istituto Statale per Sordi svolge attività di documentazione, consulenza, formazione e aggiornamento sulla sordità, direttamente e mediante gli Enti, le Associazioni e le Scuole ospitate. E’ un vero Centro Servizi per le persone sorde e per i diversi operatori in grado di interagire con le stesse, rispondere a richieste e stringere collaborazioni sia sul piano nazionale che su quello internazionale. E’ punto di riferimento: per gli insegnanti, i logopedisti, gli psicologi, le famiglie, gli assistenti alla comunicazione, gli educatori sordi, gli operatori in genere, per i membri della comunità sorda italiana, per le scuole e i centri di riabilitazione, per coloro che conducono studi e ricerche nell’ambito della sordità e per gli Enti Pubblici Locali.

La prospettiva in cui si muove l’Istituto è quella di offrire documentazione, consulenza e aggiornamento sulla sordità senza pregiudizi ideologici, rispetto ai tre filoni educativi presenti in Italia (metodo oralista, bimodale, educazione bilingue), ma con il rispetto delle richieste e delle scelte già fatte.

L’Istituto Europeo Ricerca Formazione Orientamento Professionale di eccellenza per disabili ed Emarginati Sociali è un Ente di Formazione Professionale nato per volontà delle principali Associazioni rappresentative di tutte le disabilità (ciechi, sordi, invalidi civili e del lavoro).

Lo I.E.R.F.O.P. Onlus nasce come Ente di fatto nel 1988 e svolge la sua prima attività di formazione professionale con quattro corsi per Centralinisti Telefonici Ciechi, affidati dalla Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato del Lavoro. L’Istituto acquisisce la personalità giuridica nazionale ai sensi del D.P.R. n. 361 del 10 febbraio 2000, come Ente di Formazione Professionale di emanazione delle Associazioni di Mutilati ed Invalidi fisici, psichici e sensoriali consociate, ai sensi della Legge quadro n. 845 del 21 dicembre 1978 e sue successive modificazioni e integrazioni ed in base alle leggi regionali in materia di formazione professionale, nonché in conformità alle norme in materia previste dal codice civile e da leggi speciali con particolare riferimento al Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n. 460.

Nel suo percorso evolutivo, l’Istituto ha progressivamente ampliato la propria offerta formativa in diversi settori e per diverse tipologie di utenti, impegnandosi a fondo nel costante miglioramento dei processi formativi. L’obiettivo primario è infatti l’inserimento e il reinserimento al lavoro delle categorie svantaggiate attraverso attività di orientamento e formazione volte al recupero, all’autonomia ed all’integrazione socioeconomica dei disabili, supportandone l’accesso all’istruzione, alla comunicazione ed alla cultura.

Finalità del Corso

Il Corso ha l’obiettivo di formare professionisti in grado di intervenire per facilitare soluzioni ai problemi specifici delle persone con disabilità sensoriali, di natura non psicopatologica ma relative alla possibilità di prendere decisioni, di gestire crisi, migliorare relazioni, potenziare la possibilità di accedere a tutti i servizi sociali, sanitari, formativi e culturali, sviluppare le proprie risorse e potenzialità, promuovere e sviluppare la consapevolezza personale nonché la pienezza del godimento di tutti i diritti.

La figura professionale nell’ambito della disabilità sensoriale (sordità, cecità e sordocecità) avrà il compito di accogliere le richieste del soggetto disabile e della famiglia, di fornire informazione rispetto alla specifiche tecniche di comunicazione facilitata e di inserimento nell’ambito scolare e lavorativo, oltre ad accogliere le richieste di supporto della famiglia nei momenti di crisi.

Sarà inoltre in grado di comunicare in Lingua Italiana dei Segni e in LIS tattile e di utilizzare tutti gli strumenti per facilitare l’inclusione sociale e scolastica della persona sorda e cieca con l’acquisizione, alla fine del percorso di studi, degli elementi tecnici e teorici di didattica specializzata e di tiflo pedagogia didattica.

Fondamentale l’acquisizione della competenza tecnica per fare counselling in coerenza con le differenze presentate dai diversi setting operativi nonché di una adeguata consapevolezza delle dinamiche e dei funzionamenti personali, dei propri pregiudizi e degli elementi emozionali che influiscono nella relazione con la persone in un contesto di aiuto. Il tutto a corredo dei principi e dei criteri di deontologia professionale e delle normativa Istituzionale.

Il modello teorico di riferimento del Corso di counselling privilegia l’approccio integrato e psicosomatico relativo alle discipline di counselling.
Il Corso, inoltre, segue i criteri proposti dalla European Association or Conselling.

Accesso al Corso e durata

Visto l’alto livello di specializzazione del percorso formativo, possono accedere al Corso internazionale: laureati e laureandi in Psicologia , Psicologi Junior, Medici, Laureati in Infermieristica e in Ostetricia, Logopedisti, Psicopedagogisti, Pedagogisti, Laureati in Servizio sociale e Management dei Servizi sociali. I laureati in Sociologia possono frequentare il Corso e ottenere un Diploma di Formazione Superiore sulle problematiche della Disabilità Sensoriale.

Il Corso, per la complessità delle problematiche trattate e delle competenze, anche tecniche, da acquisire, ha durata biennale.
Per ogni anno sono previste 300 ore di aula.
40 ore sono dedicate al lavoro individuale sul sé.
Sono previste, altresì 50 ore, di attività di tirocìnio
La supervisione sarà sia di gruppo (20 ore) che ìndividuale (20 ore).

Struttura modulare del Corso e articolazione delle attività didattiche

MODULO DIRITTI UMANI E DELLE PERSONE CON DISABILITA’ (100 ore)

TEORIA DEL COUNSELLING (48 ore)

TEORIE E TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE (24 ore)

COMUNICAZIONI DELLE EMOZIONI (18 ore)

IL COLLOQUIO NELLA RELAZIONE DI AIUTO E LA GESTIONE DELLE EMOZIONI (18 ore)

COUNSELLING INTEGRATO (40 ore)

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO NEL MODELLO INTEGRATO (18 ore)

L’INTERVENTO E LA GESTIONE DEGLI EVENTI STRESSANTI (10 ore)

MODULO APPROFONDIMENTO DISABILITÀ VISIVA E TIFLOPEDAGOGIA DIDATTICA (64 ore)

MODULO APPROFONDIMENTO DISABILITÀ UDITIVA E DIDATTICA SPECIALIZZATA (180 ore)

LABORATORI (168 ore)

ESERCITAZIONE (SE’) (40 ore)

TIROCINIO/PRATICA (50 ore)

Sede delle attività didattiche

La sede didattica del Corso è a Roma presso l’Istituto Statale per Sordi, in via Nomentana 56.

E’ possibile frequentare le lezioni in videoconferenza, con la possibilità di interagire con il docente, presso sedi decentrate su tutto il territorio nazionale che soddisfino il requisito minimo di 5 iscritti.

Costi

Il Corso ha un costo di iscrizione di 2.600€ per ogni anno (5.200€ per l’intero Corso).
Il Corso sarà attivato al raggiungimento delle 30 iscrizioni.
In caso di mancata attivazione del Corso la quota versata sarà interamente restituita.

Informazioni e iscrizioni

Al momento dell’iscrizione dovrà essere versata una quota pari al 50% del costo di iscrizione annuale e il rimanente 50% entro 15 giorni dall’inizio del corso.

I versamenti dovranno essere effettuati tramite bonifico bancario sul conto corrente intestato a Università internazionale per la Pace – Roma Onlus presso UBI BANCA – Via Aurelia, 701 Roma, IBAN: IT41M0311103229000000012079, SWIFT: BLOPIT22. Sulle causali occorrerà indispensabilmente indicare per ogni rata: “Corso Diritti Umani e Counselling 2017/18”. Per procedere con l’iscrizione occorre inviare, entro il 31 marzo 2018, il modulo compilato con allegato curriculum, copia del documento di identità e del titolo di studio, copia del bonifico effettuato, all’indirizzo mail: info@unipaceroma.org.

Scarica il modulo di iscrizione

Segreteria organizzativa Unipace Roma:
Sig.a Paola Gregori
tel. 06 88857739 Lu/Ve ore 10/17
info@unipaceroma.org
https://www.unipaceroma.org

Scarica il bando completo del Corso